Cookie 
Questo sito utilizza cookie analitici di terze parti per analizzare la Tua navigazione del sito, cookie di profilazione di terze parti per tracciare la Tua navigazione ed inviarti pubblicità in linea con le Tue preferenze e cookie sociali di terze parti per permetterti di interagire con i social network. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a alcuni cookie clicca qui
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Accesso
    Login Modulo Login
Post sul blog taggati in autostrade
VALDEGAMBERI: “L'AUTOSTRADA E' DA QUASI UN DECENNIO GESTITA SOLO DA LEGHISTI. TOSI GETTI LA MASCHERA E NON CERCHI DI SCARICARE LE SUE COLPE SU ALTRI”

“Evidentemente i rincari dei pedaggi autautostrada bs pdostradali della Brescia-Padova sono dovuti a problemi gestionali che trovano la loro origine negli usi tramandati dai Dogi, se non addirittura agli sprechi che attuavano gli antichi Veneti”. Così Stefano Valdegamberi, consigliere regionale presidente di Futuro Popolare, commenta le affermazioni di Flavio Tosi che, in veste di presidente della società autostradale, ha spiegato che i rincari erano inevitabili perché volti a coprire anche sprechi del passato. “Incredibile – continua Valdegamberi – visto che da quasi un decennio a comandare in autostrada è la Lega, prima con la Dal Lago, poi con Schneck ed ora con Tosi.

Persone che si sono autonominate e che hanno fatto il bello ed il cattivo tempo, attuando una gestione i cui risultati catastrofici li stiamo vedendo ora. Tosi non provi a scaricare le colpe su altri - ad esempio tirando in ballo miei presunti amici in maniera impropria, visto che io non ho mai nominato nessuno in autostrada – ma abbia almeno una volta il coraggio di gettare la maschera e di dire le cose come sono. Ovvero che lui ed i suoi compagni di partito hanno creato una situazione tale che solo facendo pagare di più gli utenti riescono a tenere in qualche modo in equilibrio il bilancio.

...
Taggati su: autostrade
VALDEGAMBERI (Futuro Popolare): “Il governo Letta avrebbe dovuto far diminuire le tariffe autostradali, non aumentarle!. Ci sono gestori, come nell’A4, che hanno sprecato non meno del 20 % dei ricavi dalle tariffe negli ultimi anni!!”

Comincia l’anno con la prima sorpresa del Governo più bugiardo della storia italica, che vanta in maniera sfacciata di aver diminuito le tasse: l’aumento delle tariffe autostradali. Le Autovie venete +7,17% e l’ A4 , + 6,26% sono anche quest’anno in cima alla classifica degli aumenti Un’ ultimo colpo al cuore alla competitività del sistema produttivo veneto che contribuisce ulteriormente a ridurne la competitività. La cosa risulta ancor più scandalosa se si considera che negli ultimi anni ci sono concessionari gestori che hanno sperperato i soldi dell’autostrada, usata come la “gallina dalle uova d’oro” da cui trarre risorse per costruire , attraverso una miriade di scatole cinesi, business fallimentari in diversi settori: dai campo da golf, all’immobiliare , alla telefonia. E’ il caso, ad esempio, della società A4 Holding (ex Serenissima).

Lo scorso mese di agosto invitai il governo Letta a ritirare le concessioni autostradali in capo a questa società che controlla il 100% della società autostradale Brescia-Verona-Vicenza-Padova e della A31 Valdastico. La società A4 avrebbe «bruciato 268 milioni di euro in cinque anni», generando un «buco» che alla fine verrà pagato dai cittadini con le tariffe autostradali. Dai dati contenuti nei bilanci ufficiali di Serenissima, prima, ed A4 Holding poi emerge che nel 2008 il gruppo Serenissima ha svalutato le partecipazione di 70 milioni di euro, nel 2009 di 19 milioni, nel 2010 di 75 milioni e nel 2011 di 61 milioni. Nel 2012 infine, primo anno di gestione della nuova denominazione A4Holding, la svalutazione è stata di 43 milioni con una chiusura in perdita del bilancio consolidato di 41 milioni di euro.

...