Cookie 
Questo sito utilizza cookie analitici di terze parti per analizzare la Tua navigazione del sito, cookie di profilazione di terze parti per tracciare la Tua navigazione ed inviarti pubblicità in linea con le Tue preferenze e cookie sociali di terze parti per permetterti di interagire con i social network. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a alcuni cookie clicca qui
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Accesso
    Login Modulo Login
Post sul blog taggati in Futuro Popolare

Inviato da il in Appuntamenti

Mercoledì 6 maggio ore 21
Presso agriturismo LE TRE RONDINI
Via Belfiore 47 – Vigo di Legnago –

Taggati su: Futuro Popolare

Inviato da il in Appuntamenti

Lunedì 4 maggio ore 21
Presso agriturismo AL CAMIN
Via Lovatini 12 – Vestenanova –

Taggati su: Futuro Popolare

Inviato da il in Appuntamenti
AGENDA REGIONALI 2015

GIOVEDI 30 APRILE DALLE 9.30 ALLE 13 SARO' PRESENTE AL MERCATO DI BUSSOLENGO, VI ASPETTO

Taggati su: Futuro Popolare

Inviato da il in News
AGENDA ELETTORALE REGIONALI 2015

VIA SPETTO LUNEDI 4 MAGGIO ORE 21 PRESSO AGRITURISMO "AL CAMIN" VIA LOVATINI 12 - VESTENANOVA-

Taggati su: Futuro Popolare
Valdegamberi (Lista Zaia): "Le promesse elettoralistiche sui ticket, Tosi avrebbe dovute attuarle finche' gestiva la sanita'. Perche' non lo ha fatto? Cominci a dare il buon esempio con la riduzione delle tasse comunali esageratamente alte!"

In campagna elettorale e' facile promettere cio' che non si e' voluto (o potuto) fare in tanti anni di governo. Credo che comunque ci sia un limite per la decenza. Le sparate tosiane sui ticket sanitari superano questi limiti, soprattutto quando queste escono dalla bocca di chi direttamente o indirettamente ha governato la sanita' veneta per 10 anni e la cui ex moglie era ai vertici dell'assessorato! Tosi sa benissimo che i ticket del Veneto non sono della Regione ma bensi' imposti dall'attuale suo amico Renzi! La Regione, pur avendone facolta', non ha applicato alcun ticket aggiuntivo per cui Tosi non potra' azzerare' alcunche' in quanto e' gia' azzerato! Se vuole essere credibile da subito nelle sue dichiarazioni elettoralistiche abbassi le tasse in comune a Verona, visto che le ha portate ai massimi livelli per pagare la pletora di dirigenti e incaricati esterni assunti senza che ce ne fosse bisogno. Dia da subito un segnale in tal senso che sarebbe piu' credibile delle promesse di pinocchio alla povera gente nei mercati veronesi!

Stefano Valdegamberi

Taggati su: Futuro Popolare
VALDEGAMBERI: “TUTTI SI CANDIDANO E NESSUNO PENSA A VERONA. L'ATTUALE AMMINISTRAZIONE VERRA' RICORDATA COME LA PIU' 'ELETTORALE' DELLA STORIA DELLA CITTA'”

“Chi si sta occupando di Verona? Quella che è destinata ad essere ricordata come l'amministrazione dalla vocazione più elettoralistica della storia di certo non lo sta facendo. O, quantomeno, non lo sta facendo come la città meriterebbe”. A parlare è il Consigliere regionale Stefano Valdegamberi. “Non solo il Sindaco ogni anno è impegnato in campagne elettorali esterne, prima quella per le Europee ed ora quella per le Regionali, cosa che inevitabilmente riduce il tempo che può dedicare all'istituzione di cui è a capo, ma, se non bastasse, chiama a candidarsi assieme a lui anche gli assessori. C'è davvero da chiedersi chi prenderà le decisioni amministrative nel corso della campagna elettorale e, nel caso in cui queste persone venissero elette, che fine farà l'amministrazione comunale, visto che buona parte dei suoi vertici aspira a traslocare a Venezia. E pensare che Verona già deve fare i conti con un pesante immobilismo amministrativo, con grandi progetti che sono oggetto di grandi proclami ma che continuano a restare sulla carta, con operazioni di finanza creativa compiute dalle aziende municipalizzate e con buchi di bilancio che vengono coperti vendendo i gioielli di famiglia. Io credo che sarebbe necessario fare il bene della città che si amministra prima di pensare ad altro”.

Stefano Valdegamberi

Taggati su: Futuro Popolare

Inviato da il in Appuntamenti
AGENDA REGIONALI 2015

QUESTA SERA DALLE ORE  20 INCONTRO CON AMICI PRESSO IL RISTORANTE A SANTA TERESA IN VALLE - CEREA -

Taggati su: Futuro Popolare
VALDEGAMBERI: “DIVORZIO BREVE: LEGGE “AD PERSONAM” DELLA MORETTI. TRA POCO VIA LIBERA ALL’EDUCAZIONE SESSUALE AI BIMBI DI 5 ANNI E ALLA RIEDUCAZIONE IN UNA ASSOCIAZIONE LGBT DI CHI ESPRIME LE PROPRIE OPINIONI MORALI NON COMFORMI ALLA TEORIA GENDER.

Esulta Alessandra Moretti (Pd) per l’approvazione della sua legge: si può divorziare subito, in pochi mesi. Basta un piccolo litigio, un periodo di crisi e di incomprensione e si può gettare alle ortiche, senza alcuna pausa di riflessione, un rapporto costruito a fatica negli anni. Sarà stato forse il flirt con Giletti a convincere la Moretti a far accelerare l’iter, per dare compimento ad una legge “ad personam” della candidata alla presidenza della regione. Il matrimonio viene in questa maniera declassato ad un evento episodico e occasionale nella vita di una persona che non ha più quel valore fondante per la famiglia. Neppure una pausa di riflessione sulle conseguenze che ciò potrà avere su chi la divisione la patisce: i figli. Le “conquiste” sociali del PD continuano: l’educazione sessuale nelle scuole ai bambini da 5-6 anni, la legge Scalfarotto (PD) che imbavaglia con la galera la libertà di esprimere un giudizio morale (omofobia). Quest’ultima prevede persino un periodo di “rieducazione” presso l’associazione di lesbische, transgender etc per coloro che esprimono giudizi contrari alla condotta omosessuale del tipo “I gay non hanno diritto all’adozione dei figli”. Oggi questa frase la posso pronunciare senza rischiare. Tra qualche mese potrei trovarmi in galera ed essere costretto a un successivo periodo di “riabilitazione” presso le associazioni LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender). Questa legge porta la firma, tra gli altri del segretario veneto del PD De Menech e della “cattolicissima???” Rosy Bindi. Le “conquiste” sociali nell’agenda PD continuano, verso una società sempre più divisa, di rapporti precari ed occasionali, ma più costosa e povera.

Stefano Valdegamberi

Taggati su: Futuro Popolare
VALDEGAMBERI: “I DIPENDENTI PROVINCIALI SONO UNA RISORSA DA VALORIZZARE ED UTILIZZARE PER FAR FUNZIONARE GLI UFFICI PUBBLICI IN DIFFICOLTA', PER PRIMI I TRIBUNALI. PER QUESTO HO DECISO DI SCRIVERE AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MATTEO RENZI FORMULANDO DELLE PROPOSTE CONCRETE”

“Il Governo non può continuare ad annunciare assunzioni nel pubblico e lasciare a casa i dipendenti delle Province, è una politica sbagliata e non equa. Chi lavora negli enti intermedi non deve essere messo in mobilità, bensì riqualificato con specifici corsi di formazione e trasferito negli enti in cui c'è carenza di personale. Penso ad esempio ai tribunali, dove si attendono per anni le sentenze anche a causa della penuria di impiegati”. A parlare è il Consigliere regionale Stefano Valdegamberi. “E' necessario – continua - che venga posta fine alle politiche relative ai dipendenti pubblici di questo Governo, che da una parte annuncia assunzioni, ad esempio nella scuola, e dall'altra costringe le Provincie ad avviare azioni di riduzioni del personale in attività. Per questo ora scriverò a Renzi, proponendo che vengano adottate le misure necessarie per garantire passaggi più fluidi dei dipendenti fra enti. Questo permetterebbe di salvaguardare i posti di lavoro e di rendere più funzionali uffici che ora non lo sono”.

Stefano Valdegamberi

Taggati su: Futuro Popolare
VALDEGAMBERI: “SOLO INTERVENENDO IN LIBIA SI EVITERA' CHE AUMENTI IL TRAFFICO FATTO SULLA PELLE DI DISPERATI”

“Finchè non si metterà ordine in Libia, sradicando le organizzazioni dei trafficanti, l'adozione di qualsiasi altra azione avrà il risultato paradossale di far aumentare la navigazione verso l'Italia di migranti e, purtroppo, le tragedie in mare”. Per il Consigliere regionale Stefano Valdegamberi “lasciare che nel Paese nordafricano continui a regnare l'anarchia non giova solo all'industria delle armi ma anche a chi fa affari sulla pelle dei disperati”. “Il traffico di esseri umani ha generato un business che ormai vale il 10 per cento del Pil libico ed è diventato un grande affare anche per molti italiani, a partire dai professionisti dell'assistenza e da pseudo-volontari che agiscono solo per interesse. Solo una seria azione volta a risolvere il problema all'origine potrà fermare l'escalation di quello che è già un problema gravissimo”.

Stefano Valdegamberi

Taggati su: Futuro Popolare
Taggati su: Futuro Popolare
STEFANO VALDEGAMBERI, CONSIGLIERE REGIONALE, ILLUSTRA LA LEGGE DEDICATA ALL'AFFIDO DEGLI ANZIANI ALLA GIORNATA NAZIONALE CHE SI SVOLGE MERCOLEDI 15 APRILE ALL'UNIVERSITA' DI PADOVA

Il consigliere regionale Stefano Valdegamberi mercoledì 15 aprile sarà a Padova, nell'aula magna dell'Università, per illustrare, come relatore di apertura della giornata nazionale dedicata all'Affido dell'anziano, la legge regionale di cui è stato promotore che consente di mantenere gli anziani a casa grazie all'uso di un particolare strumento giuridico.  "Con questa legge – spiega Valdegamberi - si consente a molti anziani soli e abbandonati di ritrovare una famiglia affidataria che li prenda in carico. Quello sull'affido familiare è un testo normativo che vuole vincere l'isolamento in cui versano sempre più persone della terza età, creando un contesto di garanzia e di tutela attorno a loro e dando loro la possibilità di riscoprire il calore e l'affetto di una famiglia affidataria, senza farli vivere racchiusi fra le fredde mura di un ospizio. D'altro canto ora si potrà impostare un nuovo welfare basato sul recupero dei valori della comunità familiare, con notevole risparmio di risorse pubbliche e con una maggiore umanità". La legge prevede, grazie all'istituto giuridico dell'affido, di poter fare con l'anziano ciò che oggi avviene con i minori: egli potrà decidere di affidarsi a "nuove famiglie" o comunità che con affetto e cura lo accompagnino, temporaneamente o in via definitiva, nella sua vecchiaia. Il tutto sotto il controllo e la vigilanza delle strutture pubbliche che devono garantirlo nei confronti di ogni possibile abuso o raggiro. "Più comunità e meno individualità dev'essere il motto del nuovo welfare", conclude il consigliere. L'incontro di Padova, che èorganizzato da Fidapa-Bpw ed Associazione anziani a casa propria ed è sostenuto da istituzioni ed associazioni, si svolgerà dalle 9 alle 14 a Palazzo Bo ed avrà come relatori esperti, giuristi e rappresentanti del mondo associazionistico.

Stefano Valdegamberi

Taggati su: Futuro Popolare
Taggati su: Futuro Popolare
VALDEGAMBERI: “LA GIUNTA TOSI VUOLE INTERVENIRE AL QUADRANTE EUROPA CREANDO GRAVE DANNO ALLA NOSTRA ECONOMIA. BLOCCATELA!”

“La Giunta Tosi di Verona sta imponendo anche alla Provincia e alla Camera di Commercio un percorso insensato di vendita del compendio dei Magazzini Generali di proprietà pubblica”. A parlare è il Consiliere regionale Stefano Valdegamberi.

“Come è noto – continua Valdegamberi - il compendio citato è stato definito come il fulcro del Quadrante Europa. Basta leggere il Piano particolareggiato del Quadrante Europa per averne la conferma. Esso è di proprietà di Comune, Camera di Commercio e Provincia di Verona e dal 2004 è stato saggiamente affittato alla società Hangartner/Gruppo DB. La notizia della vendita ora sta determinando un danno enorme all'economia veronese. Infatti, vari operatori di fondamentale importanza per l'economia scaligera si stanno spostando su altre piattaforme concorrenti e straniere. Il problema della vendita non colpisce unicamente le 300 persone che lavorano direttamente nell'indotto del compendio, ma toccherà anche chi opera con la Dogana di Verona e gli operatori italiani e stranieri che ad essa si rivolgono. Infatti, nessuno ha finora sottolineato che la vendita del compendio determinerà anche la chiusura della 'sezione doganale Magazzini Generali', i cui spazi sono pagati da Hangartner/DB a beneficio degli operatori locali. Pertanto non solo i dipendenti pubblici ma anche gli spedizionieri e le imprese sono in allarme”.

...
Taggati su: Futuro Popolare
PONTE DELLA MOTTA A SAN BONIFACIO (VR), APPROVATO FINANZIAMENTO DI 400.000 EURO. VALDEGAMBERI: "UN PASSAGGIO FONDAMENTALE"

Grazie ad un emendamento alla Legge finanziaria della Regione è stata finanziata la realizzazione del ponte sull'Alpone, in località Motta di San Bonifacio, mettendo a disposizione per quest'opera 400.000 euro. Le altre somme necessarie per completare l'intervento saranno reperite nell'ambito dei fondi che sono nella disponibilità del Genio Civile, per le opere idrauliche sul medesimo corso d'acqua. "E' un intervento importante - afferma il Consigliere regionale Stefano Valdegamberi, che ha sostenuto l'emendamento, che permette di ripristinare la viabilità a San Bonifacio, che era stata modificata proprio per consentire la realizzazione delle importanti opere idrauliche messe in cantiere dalla Regione per la risoluzione di storiche criticita. Ringrazio quindi l'assessore al Bilancio Roberto Ciambetti per aver accolto favorevolmente le richieste da me proposte".

Stefano Valdegamberi

Taggati su: Futuro Popolare
CONVEGNO «I bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma, capaci di creare un ambiente idoneo al loro sviluppo e alla loro maturazione affettiva». Papa Francesco

Famiglia, ideologia del gender, omofobia, educazione, matrimonio omosessuale...

Conoscere le nuove sfide della famiglia oggi: sarà ancora possibile dire MAMMA e PAPÀ?

...
Taggati su: Futuro Popolare
STEFANO VALDEGAMBERI: “I COMMERCIANTI SONO CONTRARI ALLE NORME CHE HO PROPOSTO IN CONSIGLIO REGIONALE CONTRO IL GIOCO D'AZZARDO? IO NE SONO ORGOGLIOSO. BASTA CON I BUSINESS SULLA PELLE DELLA GENTE!”

“Mi dispiace molto leggere le dichiarazioni dei commercianti e delle loro associazioni, che sono contrarie alle norme di prevenzione e cura del gioco d'azzardo patologico che sono state adottate dalla Regione Veneto grazie ad un mio emendamento alla Legge finanziaria”, afferma il Consigliere regionale Stefano Valdegamberi. “Ho sempre creduto che si possa fare impresa e business senza lucrare sulle debolezze della gente – continua - e senza avere sulla coscienza la dilapidazione del patrimonio di intere famiglie e la conseguente distruzione dei rapporti affettivi familiari. Comprendo che i commercianti sono solo l'anello debole e ultimo di una filiera che distribuisce i grandi guadagni fatti sulla pelle delle persone piu deboli e vulnerabili tra i concessionari e lo Stato. Purtroppo la Regione Veneto, per le sue competenze, non ha potuto fare più di quello che ha fatto, approvando un testo che prevede che le aziende sanitarie, in attesa dell’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, siano chiamate a sviluppare iniziative di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione delle persone affette da ludopatia ed a promuovere gruppi di auto-mutuo aiuto, e che vieta la pubblicità su spazi istituzionali dei giochi che prevedano vincite di denaro e dice che i titolari di sale da gioco e di esercizi commerciali in cui sono installati apparecchi per il gioco d’azzardo sono tenuti ad esporre in un luogo visibile un cartello informativo sui rischi correlati al gioco d'azzardo stesso, a dare informazioni sul test di autovalutazione e verifica del rischio di dipendenza rivolto ai giocatori ed a non pubblicizzare, sia all’interno che all’esterno dei locali, le eventuali vincite conseguite. Testo che peraltro stabilisce che a decorrere dal 1 gennaio 2016 gli esercizi commerciali con installati apparecchi da gioco avranno una maggiorazione dell’imposta IRAP dello 0,2 per cento. E' lo Stato italiano, biscazziere, che deve agire. Ed è vergognoso che anteponga questi sporchi profitti al benessere psico-fisico, affettivo, relazionale e patrimoniale di quei cittadini che avrebbe invece il dovere di tutelare. Se si aggiunge il fatto che, come evidenziano le cronache giudiziarie, il gioco d'azzardo di Stato induce pericolose infiltrazioni della malavita organizzata - sperando che dietro il paravento delle società fiduciarie con sede nei paradisi fiscali non ci siano gli interessi di alcuni politici – mi dichiaro orgoglio di aver proposto in Consiglio regionale queste norme. Forse sono insufficienti a contenere il fenomeno, ma qualcosa è sempre meglio di niente”.

Stefano Valdegamberi
Presidente Futuro Popolare

Taggati su: Futuro Popolare

Inviato da il in News
Taggati su: Futuro Popolare
COLETTO E VALDEGAMBERI A SAN SERVOLO (VENEZIA) PER LA GIORNATA MONDIALE PER LA CONSAPEVOLEZZA DELL'AUTISMO

L’Assessore regionale alla Sanità Luca Coletto ed il consigliere regionale Stefano Valdegamberi, assieme ai rappresentanti di Comune e Provincia, al direttore dei Servizi sociali dell’Ulss 12 Claudio Beltrame, alla professoressa dell’Accademia di Venezia Gloria Vallese, hanno partecipato questa mattina (2 aprile) alla mostra organizzata nell’isola di San Servolo per la Giornata mondiale per la consapevolezza dell’Autismo “Euritmie – Talenti speciali accedono alle arti”. In particolare Coletto e Valdegamberi sono stati concordi nel sottolineare come questa iniziativa sia “importante perché consente di superare luoghi comuni, dimostrando come nel mondo dell’autismo siano presenti capacità e potenzialità importanti”.

La Giornata mondiale per la consapevolezza sull’Autismo a Venezia ha portato l’apertura di una rassegna artistica decisamente particolare. Nella tarda mattinata di oggi (2 aprile), negli spazi espositivi dell’Isola di San Servolo è stata inaugurata la mostra “Euritmie – Talenti speciali accedono alle arti”. La “Biennale Autismo” nella quale sono esposte opere di artisti di respiro internazionale accomunati dal loro essere artisti outsider ed avere a che fare con patologie collegate ai Disturbi dello Spettro autustico. D’altronde proprio l’isola di San Servolo, al pari di quanto accade per monumenti delle città più importanti del mondo, da ieri è illuminata di blu, il colore simbolo dell’Autismo, creando una macchia di colore visibile dalla città di Venezia. A San Servolo si susseguiranno sino a metà maggio rassegne, convegni ed iniziative volte a far conoscere l’Autismo e le sue caratteristiche meno note.

...
Taggati su: Futuro Popolare
STEFANO VALDEGAMBERI, CONSIGLIERE REGIONALE, RISPONDE A CONFINDUSTRIA SUL TEMA DELL'INDIPENDENZA DEL VENETO: “SENZA AUTODETERMINAZIONE E CON IL NEOCENTRALISMO RENZIANO NON SI CREA L'EUROPA CHE TUTTI AUSPICANO”

“E' paradossale leggere sulla stampa che Confindustria Veneto si dichiara aprioristicamente contraria all'Indipendenza veneta, ancorchè ad ogni forma di autonomia, richiamando la necessità di avere, invece, più Europa, come se le due cose fossero in antitesi fra loro”. A parlare è Stefano Valdegamberi, Consigliere regionale che per primo ha fatto la proposta di legge sul referendum per l'autodeterminazione dei Veneti. “Confindustria afferma che è necessario avere un'europa politica, autorevole sul piano internazionale e non un semplice consorzio tra stati litigiosi. Finalità che sono raggiungibili partendo proprio dal superamento degli attuali stati nazionali per arrivare ad un federalismo europeo di territori con una comune matrice storico-sociale ed economica. I primi nemici dell'Europa sono i sostenitori del neocentralismo renziano, che mira a riaffidare alla burocrazia romana ed alle lobby le sorti di un Paese. E' proprio il contrario della costruzione dell'Europa dei popoli, che prevede la presenza di un governo autorevole, con politica estere, della difesa, del commercio, delle strategie di sviluppo comuni, che permettano all'Europa di non essere sempre in balia dei giochi politici, che vengano da est quanto da ovest. Quella che serve è un'Europa che sia federata direttamente con Stati-Regione territoriali, ricostituiti secondo una comune matrice storico-culturale, comprendendo, ad esempio, la Baviera, il Veneto e la Catalogna. Un'Europa con due soli livelli di governo e non tre come oggi, uno centrale e l'altro periferico molto snello, per creare appunto gli Stati Uniti d'Europa. Ciò a cui si assiste oggi è invece l'esatto contrario. Questo obiettivo si raggiunge attraverso il dissolvimento degli Stati attuali e non attraverso un neocentralismo degli stessi. Il Veneto che già oggi è culturalmente ed economicamente integrato con l'Europa, pronto a competere con le piu forti economie mondiali, si trova progressivamente sempre piu imbrigliato dalla burocrazia romanocentrica, che mette giorno dopo giorno nuovi paletti e trattiene sempre piu risorse, facendoci allontanare più che avvicinare al resto dell'Europa. Senza il superamento degli attuali stati risorgimentali e la creazione di un federalismo europeo che valorizzi le specificità dei singoli territori non c'è futuro per l'Europa. L'Europa dei popoli, che noi tutti auspichiamo, è ben lontana da quella della burocrazia che oggi viviamo!

Stefano Valdegamberi
Presidente Futuro Popolare

Taggati su: Futuro Popolare