Cookie 
Questo sito utilizza cookie analitici di terze parti per analizzare la Tua navigazione del sito, cookie di profilazione di terze parti per tracciare la Tua navigazione ed inviarti pubblicità in linea con le Tue preferenze e cookie sociali di terze parti per permetterti di interagire con i social network. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a alcuni cookie clicca qui
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Comunicato Stampa

Stampa

Stefano Valdegamberi

Futuro Popolare


STEFANO VALDEGAMBERI, CONSIGLIERE REGIONALE PRESIDENTE DEL GRUPPO FUTURO POPOLARE, SCRIVE A TUTTE LE REALTA' CHE SONO INTERESSATE DAL PROGETTO DI PROLUNGAMENTO DEL “TUBO DEI VELENI” A COLOGNA VENETA. “SCELTE PROGETTUALI SCONCERTANTI ED OBSOLETE, CHI E PERCHE' LE HA FATTE?”

Stefano Valdegamberi, Consigliere regionale presidente di Futuro Popolare, dopo aver recentemente presentato in merito un'interrogazione alla Giunta regionale sinora senza risposta, ha scritto a tutte le realtà interessate dal dall'intervento di prolungamento sino ai pressi del depuratore civile di Cologna Veneta del collettore che trasporta a valle i reflui degli impianti di depurazione dell'area conciaria vicentina, affermando che il progetto prevede l'utilizzo di tecniche realizzative che sono obsolete e, quindi, pericolose per la salute dei cittadini. La missiva, che è stata inviata a Consorzio Aziende Riunite Collettore Acque (A.RI.C.A.), Acque del Chiampo S.p.a., Medio Chiampo S.p.a., M.B.S. Montecchio Brendola Servizi S.p.a., A.V.S. Alto Vicentino Servizi S.p.A., sindaco di Cologna Veneta e Procura della Repubblica di Vicenza, è decisamente esplicita. “In considerazione dell'importanza ambientale e dell'importo dell'intervento, 10 milioni di euro finanziati dalla Giunta regionale, si rimane sconcertati dalle scelte contenute nel progetto preliminare, che prevede la realizzazione di una condotta in calcestruzzo, materiale ormai in disuso per le note problematiche che questo tipo di condotta comporta.”, afferma Valdegamberi. “Da un confronto con diversi tecnici esperti è emersa l'assurdità della scelta progettuale, totalmente contraria alla logica delle attuali realizzazioni. Prima che si proceda a realizzare l'ennesima opera inutile con denaro pubblico, mi sono sentito in dovere come amministratore di rivolgermi al committente e alla Giunta regionale per chiedere le motivazioni di suddetta decisione. Mi auguro che non siano altre le finalità e che siano adottate le soluzioni tecniche che offrano la maggiore sicurezza possibile per l'ambiente e quindi per i cittadini, in un giusto rapporto qualità-prezzo, considerato anche alla luce dei successivi costi di manutenzione della condotta. Criteri che, a detta dei tecnici da me consultati, il progetto preliminare adottato purtroppo non contempla. Nel rendere pubbliche queste considerazioni mi auguro che si decida di fare marcia indietro”.

 

Stefano Valdegamberi
Presidente Futuro Popolare


 


 


www.valdegamberi.it | Facebook | Twitter
Allegati
iri_1204-2014_collettore_reflui_in_calcestruzzo.doc
la_presidente_arica_14-01-2015.doc