Cookie 
Questo sito utilizza cookie analitici di terze parti per analizzare la Tua navigazione del sito, cookie di profilazione di terze parti per tracciare la Tua navigazione ed inviarti pubblicità in linea con le Tue preferenze e cookie sociali di terze parti per permetterti di interagire con i social network. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a alcuni cookie clicca qui
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Comunicato Stampa

Stampa

Stefano Valdegamberi

Futuro Popolare


Stefano Valdegamberi, consigliere regionale presidente di Futuro popolare: "Proprietari di immobili concessi in locazione e inquilini pagano nel Veronese tasse più elevate che da altre parti a causa dell'inerzia delle pubbliche amministrazioni e delle associazioni di categoria. Si ponga immediatamente rimedio a questa situazione!"

 
“Gli accordi territoriali tra le associazioni piu rappresentative dei proprietari di immobili e quelle degli inquilini garantiscono la possibilità di dare in locazione abitazioni a canoni concordati, che sono meno onerosi per gli inquilini e che permettono ai proprietari di ottenere agevolazioni fiscali. Questi accordi sono normalmente previsti per i comuni ad alta tensione abitativa. Nel Veronese, oltre al Comune capoluogo di provincia, sono Bussolengo, Villafranca, Legnago, San Martino Buon Albergo e San Giovanni Lupatoto. Pochi sanno, tuttavia, che dal 2014 è possibile estendere, sempre nel Veronese, gli stessi accordi e le medesime agevolazioni fiscali (come l'abbattimento del 50 per cento della cedolare secca) anche ai Comuni alluvionati”. A parlare è Stefano Valdegamberi, consigliere regionale Presidente di Futuro popolare. “L'elenco dei paesi della nostra provincia che possono usufruire di tale opportunità – continua - è formato da ben 65 enti locali su 98. Come ha ben evidenziato Confabitare in un recente convegno svoltosi a Verona, questa opportunità prevista dalla legge per inquilini e proprietari viene del tutto disattesa. Invito pertanto i sindaci dei Comuni interessati a sollecitare le associazioni dei proprietari e degli inquilini affinchè stipulino quanto prima spefici accordi territoriali, per poter beneficiare di vantaggi fiscali che sono previsti dalla legge ma che oggi sono di fatto negati. Si tratta di milioni di euro che vengono pagati in piu di canoni e tasse da proprietari e affittuari solo per l'indifferenza e l'inerzia di chi dovrebbe agire”.


 

Stefano Valdegamberi
Presidente Futuro Popolare
 


www.valdegamberi.it | Facebook | Twitter