Cookie 
Questo sito utilizza cookie analitici di terze parti per analizzare la Tua navigazione del sito, cookie di profilazione di terze parti per tracciare la Tua navigazione ed inviarti pubblicità in linea con le Tue preferenze e cookie sociali di terze parti per permetterti di interagire con i social network. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o a alcuni cookie clicca qui
Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all’uso dei cookie.

Comunicato Stampa

Stampa

Stefano Valdegamberi

Futuro Popolare


VALDEGAMBERI: “DIVORZIO BREVE: LEGGE “AD PERSONAM” DELLA MORETTI. TRA POCO VIA LIBERA ALL’EDUCAZIONE SESSUALE AI BIMBI DI 5 ANNI E ALLA RIEDUCAZIONE IN UNA ASSOCIAZIONE LGBT DI CHI ESPRIME LE PROPRIE OPINIONI MORALI NON COMFORMI ALLA TEORIA GENDER.
 

Esulta Alessandra Moretti (Pd) per l’approvazione della sua legge: si può divorziare subito, in pochi mesi. Basta un piccolo litigio, un periodo di crisi e di incomprensione e si può gettare alle ortiche, senza alcuna pausa di riflessione, un rapporto costruito a fatica negli anni. Sarà stato forse il flirt con Giletti a convincere la Moretti a far accelerare l’iter, per dare compimento ad una legge “ad personam” della candidata alla presidenza della regione. Il matrimonio viene in questa maniera declassato ad un evento episodico e occasionale nella vita di una persona che non ha più quel valore fondante per la famiglia. Neppure una pausa di riflessione sulle conseguenze che ciò potrà avere su chi la divisione la patisce: i figli. Le “conquiste” sociali del PD continuano: l’educazione sessuale nelle scuole ai bambini da 5-6 anni, la legge Scalfarotto (PD) che imbavaglia con la galera la libertà di esprimere un giudizio morale (omofobia). Quest’ultima prevede persino un periodo di “rieducazione” presso l’associazione di lesbische, transgender etc per coloro che esprimono giudizi contrari alla condotta omosessuale del tipo “I gay non hanno diritto all’adozione dei figli”. Oggi questa frase la posso pronunciare senza rischiare. Tra qualche mese potrei trovarmi in galera ed essere costretto a un successivo periodo di “riabilitazione” presso le associazioni LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender). Questa legge porta la firma, tra gli altri del segretario veneto del PD De Menech e della “cattolicissima???” Rosy Bindi. Le “conquiste” sociali nell’agenda PD continuano, verso una società sempre più divisa, di rapporti precari ed occasionali, ma più costosa e povera.
 
Stefano Valdegamberi
 


www.valdegamberi.it | Facebook | Twitter